Patronato San Gaetano - Thiene - Scuola primaria e secondaria di 1° grado

Cerca

Vai ai contenuti

Italiano

Curricolo d'Istituto

ISTITUTO PADRI GIUSEPPINI
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PARITARIA
Via S. Maria Maddalena, 90 36016 THIENE (VI)
Tel. 0445/361695 Fax. 0445/383252
e-mail:
scuola.thiene@murialdo.org web: www.scuolesanga.info



CURRICOLO DI ITALIANO


SCUOLA PRIMARIA


TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


1. L'alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, scambi epistolari…) attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti, formulati in un registro il più possibile adeguato alla situazione.
2. Comprende testi di tipo diverso in vista di scopi funzionali di intrattenimento e/o svago, di studio; ne individua il senso globale e/o le informazioni principali, utilizza strategie di lettura funzionale agli scopi.
3. Legge testi letterari di vario genere appartenenti alla letteratura dell'infanzia, sia a voce alta, con tono di voce espressivo, sia con lettura silenziosa e autonoma, riuscendo a formulare su di essi semplici opinioni personali.
4. Produce testi (di invenzione, per lo studio, per comunicare) legati alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre, rielabora testi manipolandoli, parafrasandoli, completandoli, trasformandoli (parafrasi e riscrittura).
5. Sviluppa gradualmente abilità funzionali allo studio, ricavando dai testi scritti, informazioni su un dato argomento, utili per l'esposizione orale e la memorizzazione, acquisendo un primo nucleo di terminologia specifica, raccogliendo impressioni personali e/o collettive, registrando opinioni proprie o altrui.
6. Svolge attività esplicite di riflessione linguistica su ciò che si dice o si scrive, si ascolta o si legge. Mostra di cogliere le operazioni che si fanno quando si comunica e sa individuare le diverse scelte determinate dalla varietà di situazioni in cui la lingua si usa.


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA
3a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Ascoltare e parlare
1. L'alunno impara che, per ascoltare, bisogna che ci sia silenzio e attenzione e si usi un tono moderato in classe.
2. Capisce i comandi e impara che i comandi non vanno ripetuti.
3. Ascolta e impara a memorizzare le comunicazioni.
4. Assimila semplici sequenze di informazioni ed istruzioni per svolgere un'attività.
5. Sa ascoltare l'insegnante che legge testi via via più lunghi. Risponde a domande circa letture e racconti ascoltati
6. Individua i protagonisti delle vicende, i luoghi dove si svolgono, coglie la successione temporale, le cause e le conseguenze di un fatto nei testi letti.
7. Sa intervenire in modo corretto e pertinente, chiede e dà spiegazioni, racconta brevi storie in modo chiaro.
8. Narra prima brevemente poi con sempre maggiore chiarezza e completezza esperienze personali e collettive precisando il tempo e il luogo, i personaggi, la successione temporale degli avvenimenti.
9. Partecipa in modo sempre più attivo, pertinente ed espressivo alle discussioni e alle attività collettive di gioco, di creazione e scoperta della lingua


Leggere e comprendere
1. L'alunno apprende le convenzioni del codice scritto: direzione, spazio tra le parole, corrispondenza fonema-grafema - riconosce le singole lettere - legge parole nuove.
2. Legge semplici frasi, brevi testi.
3. Legge da solo migliorando la fluidità e l'espressività nella lettura ad alta voce, rispettando le pause indicate dai segni di interpunzione.
4. Si rende conto che la lettura ad alta voce è un modo per comunicare.
5. Approfondire l'interesse e il piacere della lettura personale di libri, riviste per bambini.
6. Prende sempre più familiarità con la biblioteca di classe, orientandosi a leggere testi vari preferibilmente narrativi (favole e fiabe), descrittivi e poetici (anche a memoria).
7. Legge e individua all'interno dei testi l'argomento centrale, i personaggi, il luogo, la successione temporale, si sforza di dedurre dal contesto il significato di vocaboli sconosciuti.


Scrivere
1. Dallo scrivere spontaneamente passa a saper scrivere frasi di senso compiuto per comporre o completare una storia, inviare messaggi, raccontare esperienze personali fino a comporre brevi test
2. L'alunno passa dallo stampato maiuscolo allo stampato minuscolo e al corsivo.
3. E' capace di concludere testi narrativi o produrne sulla base di immagini o elementi forniti dall'insegnante.
4. Produce e modifica fiabe e i primi testi descrittivi.
5. Produce semplici testi partendo da un racconto a fumetti oppure un racconto a fumetti variandone uno già letto.
6. Produce testi narrativi legati alla realtà o alla fantasia arricchendoli con opportune descrizioni Impara ad elaborare testi in rima quali filastrocche e poesie.


Riflettere sulla lingua
1. L'insegnamento della grammatica è inserito all'interno delle comuni lezioni d'italiano legate alla lettura dei testi.
2. L'alunno apprende e rinforza sempre più la strumentalità di base: suoni e lettere - sillabe - vocali e consonanti - ordine alfabetico - digrammi e suoni particolari - h nel verbo avere - doppie - apostrofo - accento - maiuscole e minuscole -cenni di punteggiatura.
3. Impara a classificare: nomi (numero e genere, di persona, animale, cosa; maschili e femminili, singolari e plurali), articoli, qualità (agg.), azioni e modo di essere (verbi), (passato, presente, futuro), concordanze, frasi minime-
4. Arricchisce gradualmente il lessico con un graduale approccio al vocabolario - sinonimi e contrari


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA
5a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Ascoltare e parlare
1. L'alunno ascolta e comprende le informazioni essenziali di messaggi orali di vario genere, Riconosce il significato dei codici non verbali in particolare dei gesti e della intonazione della voce.
2. In una descrizione orale sa individuare le caratteristiche riferite ad oggetti, animali e luoghi.
3. In una narrazione orale individua le informazioni più importanti riferite ai personaggi, tempo, luogo, cause...
4. E' capace di raccontare le esperienze proprie o vissute da altri.
5. Sa riassumere con parole proprie un testo letto o ascoltato.
6. Interviene in modo pertinente in una conversazione di gruppo rispettando i turni di intervento.
7. Recita poesie con chiara dizione e giusta espressione.
8. Esprime esperienze, riflessioni e opinioni personali in modo coerente e logicamente organizzato.
9. Impara ad inserirsi in modo competente ed adeguato in conversazione e discussioni collettive.


Leggere e comprendere
1. L'alunno legge progressivamente con maggior scorrevolezza ed espressività, rispettando la punteggiatura
2. Comprende struttura e significato essenziale dei testi narrativi, descrittivi, informativi, regolativi e poetici.
3. Rinforza la capacità di leggere opere narrative in classe e personalmente arricchendo il proprio bagaglio lessicale
4. Acquisisce una corretta strategia di lettura in relazione al testo e agli scopi per cui si legge.


Scrivere
1. L'alunno sa rielaborare testi di altri autori e produrre testi narrativi, descrittivi, informativi, regolativi ortograficamente e sintatticamente corretti, scanditi da esatta punteggiatura.
2. Per questo è capace di elaborare l'opportuna scaletta.
3. E' capace di elaborare una relazione scritta di esperienze personali, di riassumere testi, di ampliare un testo narrativo inventando una parte mancante.
4. E' avviato a rielaborare semplici testi poetici


Riflettere sulla lingua
1. L'alunno rafforza le conoscenze ortografiche e il loro uso corretto.
2. Perviene progressivamente ad analizzare un testo sotto il profilo morfologico apprendendo la terminologia specifica: parti variabili e invariabili - nomi - aggettivi qualificativi con gradi - pronomi - verbi: modi finiti - essere e avere, e le tre coniugazioni - preposizioni semplici e articolate, congiunzioni, esclamazioni, avverbi.
3. In una frase semplice riconosce gli elementi portanti: soggetto e predicato + espansioni.
4. Rinforza la capacità di usare la punteggiatura e di usare un lessico appropriato ricorrendo all'uso del vocabolario.








CURRICOLO DI ITALIANO


SCUOLA SECONDARIA


TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO


1. L'alunno sa come attivarsi per concentrare la propria attenzione su quanto gli viene proposto nelle diverse modalità dell'attività scolastica e, per questo, è in grado di ricercare e spiegare le strategie che mette in atto a tal fine.
2. Conosce il valore fondamentale della comunicazione a tutti i livelli e secondo il tipo di situazione dove gli è richiesto di interagire.
3. Comprende che il dialogo è fondamentale come strumento di comunicazione e collaborazione con gli altri e per questo riveste grande valore in tutte le manifestazioni di una comunità civile.
4. Utilizza il dialogo per apprendere informazioni ed elaborare opinioni su problemi riguardanti vari ambiti sociali e culturali.
5. Usa la comunicazione orale per collaborare con gli altri, ad esempio nella realizzazione di giochi o prodotti, nell'elaborazione di progetti e nella formulazioni di giudizi su problemi riguardanti vari ambiti sociali e cultuali.
6. Passa da un ascolto passivo ad un ascolto attivo ponendosi degli interrogativi su quanto gli viene proposto sia a livello lessicale che a livello di comprensione dei contenuti.
7. Nell'attività in classe rispetta i tempi dell'ascolto e del proprio intervento, sapendo chiedere o dare chiarimenti su quanto è stato detto.
8. Utilizza i manuali delle varie discipline, i testi di studio, gli strumenti di consultazione a cui deve ricorrere per raggiungere una conoscenza chiara di quanto deve apprendere e comunicare.
9. Affronta adeguatamente la lettura di brani di prosa o poesie (biografia dell'autore, contesto temporale-sociale-psicologico, fare ipotesi o anticipazioni in base al titolo, individuare le tematiche, i messaggi, la struttura formale, stile e registro). Sa distinguere gli elementi oggettivi dalle valutazioni soggettive.
10. L'alunno è capace di organizzare opportuni schemi per riferire oralmente o per scritto un racconto, una descrizione, la relazione su un evento, l'espressione dei propri sentimenti o stati d'animo, la presentazione di una poesia, l'approfondimento di un argomento di studio o di problemi di attualità.
11. Legge testi letterari di vario tipo e comincia ad esprimere i suoi gusti personali su opere, autori e generi letterari sui quali scambia opinioni con i compagni e con i docenti superando la soglia del "mi piace" o "non mi piace" e motivando le proprie affermazioni.
12. L'alunno sa sviluppare in modo organico, negli elaborati scritti, un titolo dato di varia tipologia organizzando la scaletta adeguata, esprimendosi con chiarezza, correttezza ortografica-grammaticale e proprietà di lessico
13. L'alunno è capace, secondo quanto può essere richiesto dalla propria età, di rapportarsi, con senso critico, al linguaggio dei media, in particolare, affronta con senso critico il mondo complesso dei quotidiani.
14. Approfondisce le conoscenze metalinguistiche (grammatica, storia della lingua) con la consapevolezza che tale studio non è fine a se stesso ma è funzionale a migliorare la chiarezza della comunicazione, a comprendere con maggiore precisione i significati dei testi e a correggere i propri scritti.
15. Con la collaborazione dei compagni e dei docenti produce semplici ipertesti, utilizzando in modo efficace l'accostamento dei linguaggi verbali con quelli iconici e sonori.
16. L'alunno ha familiarità nel frequentare la biblioteca e la libreria per coltivare i suoi studi e i suoi interessi personali.

17. Riconosce il rapporto tra varietà linguistiche/lingue diverse (plurilinguismo) e il loro uso nello spazio geografico, sociale e comunicativo.



OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA
1a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1° GR.


Ascoltare e parlare

1. L'alunno migliora la sua capacità di entrare in un clima che permette un ascolto proficuo favorendo il silenzio personale e di gruppo ed evitando tutto quello che può disturbare l'attenzione.
2. Sa concentrarsi per il tempo necessario su quanto viene detto.
3. Rinforza i processi di memorizzazione acquisiti nella scuola primaria attuando le opportune strategie per ritenere parole nuove, singole frasi, poesie, tratti di brani scelti, argomenti studiati…
4. Interviene nelle conversazioni aspettando il proprio turno.
5. Ascolta testi narrativi e descrittivi prodotti da altri e individua argomento e informazioni principali
6. Sa esprimere il proprio pensiero articolandolo in frasi semplici e chiare e cercando i termini appropriati.
7. Sviluppa il gusto del narrare/raccontare (fiabe, favole, leggende, miti, racconti, novelle, testi di fantasy, fatti reali, esperienze personali, libri letti, film visti…)
8. Integra il suo raccontare con opportune descrizioni.
9. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali chiedendo e cercando il significato delle parole che non si conoscono (diventare cacciatori di parole).
10. Prende sempre più familiarità con il vocabolario.

Leggere e comprendere
1. L'alunno potenzia la sua capacità di leggere ad alta voce, in modo espressivo, in funzione comunicativa.
2. Evita le cattive abitudini di seguire con il dito mentre legge, muovere la testa, ripetere le parole o le frasi già lette.
3. E' avviato all'esercizio della lettura mentale, di scorrimento, di intuizione.
4. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali ricorrendo ad un uso del vocabolario che deve diventare sempre più sistematico(diventa "cacciatori di parole").
5. Sa dividere in sequenze un testo narrativo ed è capace di riassumerlo nei punti essenziali
6. Comprende testi descrittivi, individuando gli elementi della descrizione e la loro collocazione nello spazio e ne l tempo.
7. Attiva la lettura personale di riviste per ragazzi, fumetti e opere narrative di vario genere con preferenza per i miti classici, le avventure, fantasy e fantascienza.

Scrivere
1. L'alunno è sollecitato a sviluppare il gusto di scrivere particolarmente in termini narrativi (reali o fantastici) e descrittivi: riassunti, contenuti delle poesie, cronache, dialoghi, interviste, semplici riflessioni, informazioni.
2. Comincia a conoscere ed applicare le procedure di ideazione, pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall'analisi del compito di scrittura.
3. Dal punto di vista formale, sa rispettare le convenzioni ortografiche e l'uso corretto della punteggiatura. E' avviato ad attivare l' autocorrezione
4. Impara a migliorare la chiarezza espressiva e la proprietà lessicale.
5. Comincia ad utilizzare la video scrittura dei propri testi.



Riflettere sulla lingua
1. L'alunno rinforza le conoscenze acquisite nella scuola primaria sotto il profilo morfologico.
2. Sa come è strutturata particolarmente la frase semplice individuando gli elementi portanti della frase (soggetto e predicato) e alcuni complementi basilari.
3. E' avviato al riconoscimento delle principali relazioni tra significati delle parole (sinonimia, opposizione...)
4. Comincia a riconoscere i principali meccanismi di formazione delle parole: derivazione, composizione...

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA
2a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1° GR.


Ascoltare e parlare
1. L'alunno migliora la sua capacità di ascolto, memorizzazione e concentrazione favorendo il clima che permette l'ascolto proficuo e rinforzando le strategie già acquisite.
2. Impara l'arte di porsi degli interrogativi su quanto viene proposto.
3. Memorizza particolarmente testi poetici e comprende il valore questa modalità nell'apprendere le composizioni poetiche.
4. Ascolta testi descrittivi, narrativi ed espressivi prodotti da altri, individuando scopo, argomenti e informazioni principali.
5. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali cercando di inferire il senso delle parole dal contesto.
6. Rinforza il gusto del raccontare e del descrivere in modo sempre più organico e con lessico appropriato.
7. Impara ad interpretare e ad esprimere i processi del proprio e dell'altrui mondo interiore (sentimenti, emozioni, stati d'animo) con chiarezza e proprietà di linguaggio.


Leggere e comprendere
1. L'alunno rinforzare la capacità di leggere ad alta voce, in modo espressivo, in funzione comunicativa, evitando le cattive abitudini di seguire con il dito, muovere la testa, ripetere il già letto.
2. Rende più sicuro ed agevole l'esercizio della lettura mentale, di scorrimento, di intuizione.
3. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali ricorrendo ad un uso sistematico del vocabolario (l'amico vocabolario).
4. Comincia a comprendere e usare parole in senso figurato.
5. Attiva la lettura personale di riviste per ragazzi ed opere narrative di vario genere con preferenza per l'avventura, i testi fantasy, fantascienza e i gialli.
6. Impara ad esprimere in forma sintetica (nel giro di una o due frasi) un testo di prosa o poesia, un film, un libro, un argomento.
7. Sa affrontare un testo poetico spiegandone temi ispiratori, metafore e similitudini, principali elementi formali.
8. Impara a rilevare le tematiche di un testo, epoca ed ambiente, i personaggi caratteristici, gli eventuali messaggi.
9. Comincia a confrontare, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da più fonti, selezionando, con l'aiuto dell'insegnante e dei compagni, quelle ritenute più significative e affidabili.
10. Comincia a formulare, in collaborazione con i compagni, ipotesi interpretative fondate sul testo.

Scrivere
1. L'alunno sviluppa ulteriormente il gusto di scrivere ancora in termini narrativi (reali o fantastici) e descrittivi: riassunti, cronache, racconti fantastici…
2. Rinforza la conoscenza e la capacità di applicare le procedure di ideazione, pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall'analisi del testo di scrittura.
3. Rinforza particolarmente la capacità di esprimere il proprio e l'altrui mondo interiore attraverso la composizione di lettere personali o di pagine di diario.
4. Dal punto di vista formale, è più rigoroso nel rispettare le convenzioni ortografiche e l'uso corretto della punteggiatura. Rinforza la capacità di autocorrezione.
5. Migliora la struttura organica, la chiarezza espressiva e la proprietà lessicale del testo.
6. Utilizza la videoscrittura per i propri testi, cominciando a curane autonomamente l'impaginazione.

Riflettere sulla lingua
1. L'alunno rinforza le conoscenze già acquisite sotto il profilo morfologico.
2. Sa analizzare la strutturazione della frase semplice: soggetto, predicato, complementi.
3. Rafforza la capacità d riconoscere le principali relazioni fra significati delle parole (sinonimia, opposizione).
4. Rafforza la conoscenza dei principali meccanismi di formazione delle parole: derivazione,
composizione.




OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
ITALIANO
AL TERMINE DELLA
3a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1° GR.


Ascoltare e parlare
1. L'alunno migliora la capacità di ascolto, concentrazione e memorizzazione. Sa favorire il clima che permette l'ascolto e sa monitorare il suo grado di concentrazione perché conosce i suoi punti deboli che tendono a distrarlo e sa come prevenirli.
2. Passa, così da un ascolto passivo ad un ascolto attivo rinforzando l'arte di porsi degli interrogativi su quanto viene proposto.
3. Prende appunti utilizzando abbreviazioni, parole/chiave, brevi frase riassuntive. Sa rielaborare gli appunti presi.
4. Memorizza particolarmente testi poetici, frasi celebri, brani di testi e comprende il valore questa modalità nell'apprendere.
5. Ascolta testi prodotti da altri, anche trasmessi dai media, riconoscendone la fonte e individuando scopo, argomento, informazioni principali e punto di vista dell'emittente.
6. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali inferendo il senso delle parole dal contesto
7. Rinforza il gusto del raccontare e del descrivere.
8. L'alunno impara ad interpretare e ad esprimere i processi del proprio e dell'altrui mondo interiore (sentimenti, emozioni, stati d'animo).
9. Sa argomentare adducendo la propria opinione sostenuta da fondate motivazioni ed entrando in dialogo con le altrui posizioni con flessibilità mentale. Il tutto con chiarezza e proprietà di linguaggio.
10. Sa presentare i punti essenziali della vita degli autori e dei movimenti letterari.
11. Conosce l'uso delle funzioni e dei registri linguistici.
Leggere e comprendere
12. L'alunno rinforza la capacità di leggere ad alta voce, in modo espressivo, in funzione comunicativa.
13. Rende più sicuro ed agevole l'esercizio della lettura mentale, di scorrimento, di intuizione, applicando tecniche di supporto alla comprensione (sottolineature, note a margine, appunti) e mettendo in atto strategie differenziate (lettura selettiva, orientativa, analitica).
14. Arricchisce le proprie conoscenze lessicali ricorrendo ad un uso sistematico dell'amico vocabolario.
15. Comprende e usa parole in senso figurato.
16. Sa fare la sintesi di un testo di prosa o poesia, un film, un libro ... Sa ricavare informazioni implicite ed esplicite.
17. Sa affrontare un testo poetico spiegandone temi ispiratori, metafore e similitudini e gli elementi formali che lo caratterizzano.
18. Conosce i generi letterari, individua lo stile e i registri linguistici adottati.
19. Sa dare apprezzamenti dei testi letti superando la soglia del "mi piace" o "non mi piace" motivando le proprie affermazioni.
20. Attiva la lettura in classe o personale di riviste per ragazzi e di opere narrative di vario genere affrontando sempre di più argomenti di attualità, testi della narrativa classica italiana e straniera.
21. Impara ad affrontare con spirito critico i mass media e, in particolare, viene avviato a prendere contatto con il mondo complesso dei quotidiani.
22. Confronta, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da più fonti, selezionando quelle ritenute più significative ed affidabili; riformula in modo sintetico le informazioni selezionate e le riorganizza in modo personale (liste di argomenti, riassunti schematici, mappe, tabelle...)
23. Formula, in collaborazione con i compagni, ipotesi interpretative fondate sul testo.
24. Legge semplici testi argomentativi ed individua tesi centrale e argomenti a sostegno, valutandone pertinenza e validità.

Scrivere
1. L'alunno sviluppa il gusto di scrivere in termini narrativi (reali o fantastici) e descrittivi.
2. Rinforza la capacità di esprimere il proprio mondo interiore attraverso la composizione di lettere personali o di pagine di diario.
3. Sa redigere relazioni precise su eventi e/o esecuzione e valutazione di elaborati personali o di gruppo nelle varie discipline.
4. Sa commentare un testo poetico o di prosa.
5. Sviluppa testi argomentativi in forma organica su tematiche di studio o problemi di attualità.
6. Conosce ed applica le procedure di ideazione, pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall'analisi del compito di scrittura.
7. Utilizza nei propri testi, sotto forma di citazione esplicita e/o di parafrasi, parti di testi prodotti da altri e tratti da fonti diverse.
8. Dal punto di vista formale, rispetta le convenzioni ortografiche e l'uso corretto della punteggiatura. Ricorre sistematicamente all'autocorrezione.
9. Affina la chiarezza espressiva e la proprietà lessicale.
10. Utilizza la videoscrittura per i propri testi curandone l'impaginazione: scrive testi digitali (ad esempio e-mail, post di blog, presentazioni) anche come supporto dell'esposizione orale.

Riflettere sulla lingua
1. L'alunno rinforza le conoscenze già acquisite sotto il profilo morfologico.
2. Sa analizzare le strutture linguistiche delle frasi semplici e di quelle complesse.
3. Conosce, a grandi linee, i passaggi nodali dell'evoluzione della lingua ed è avviato ad apprendere semplici nozioni di etimologia.
4. Riconosce le principali relazioni tra significati delle parole (sinonimia, opposizione)
5. Conosce i principali meccanismi di formazione delle parole: derivazione, composizione.



Home page | Curricolo d'Istituto | Scuola Primaria | Scuola Sec. di 1° grado | Modulistica | Informazioni | Area insegnanti | Spazio AGeSC | Registro elettronico | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu