Patronato San Gaetano - Thiene - Scuola primaria e secondaria di 1░ grado

Cerca

Vai ai contenuti

Storia

Curricolo d'Istituto

ISTITUTO PADRI GIUSEPPINI
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PARITARIA
Via S. Maria Maddalena, 90 36016 THIENE (VI)
Tel. 0445/361695 Fax. 0445/383252
e-mail:
scuola.thiene@murialdo.org web: www.scuolesanga.info



CURRICOLO DI STORIA


SCUOLA PRIMARIA


TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN
STORIA
AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


1. L'alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita.
2. Riconosce e esplora in modo via via pi¨ approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l'importanza del patrimonio artistico e culturale.
3. Usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneitÓ, durate, periodizzazioni.
4. Individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali.
5. Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti.
6. Comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche.
7. Usa carte geo-storiche, anche con l'ausilio di strumenti informatici.
8. Racconta i fatti studiati.
9. Comprende avvenimenti, fatti e fenomeni delle societÓ e civiltÓ che hanno caratterizzato la storia dell'umanitÓ dal paleolitico alla fine del mondo antico con possibilitÓ di apertura e di confronto con la contemporaneitÓ.
10. Comprende aspetti fondamentali del passato dell'Italia dal paleolitico alla fine dell'impero romano d'Occidente, con possibilitÓ di apertura e di confronto con la contemporaneitÓ.




OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
STORIA
AL TERMINE DELLA 3a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA


Uso delle fonti
1. L'alunno impara ad individuare le tracce e usarle come fonti per produrre conoscenze sul proprio passato, della genera zione degli adulti e della comunitÓ di appartenenza.
2. Ricava da fonti di tipo diverso, informazioni e conoscenze su aspetti del passato.


Organizzazione delle informazioni
1. Rappresenta graficamente e verbalmente le attivitÓ, i fatti vissuti e narrati.
2. Riconosce relazioni di successione e di contemporaneitÓ, durate, periodi, cicli temporali, mutamenti, in fenomeni ed esperienze vissute e narrate.
3. Comprende la funzione e l'uso degli strumenti convenzionali per la misurazione e la rappresentazione del tempo (orologio, calendario, linea temporale ů).


Strumenti concettuali
1. Si esercita nel seguire e comprendere vicende storiche attraverso l'ascolto o lettura di testi dell'antichitÓ, di storie, racconti.
2. Organizza le conoscenze acquisite in semplici schemi temporali.
3. Individua analogie e differenze attraverso il confronto tra quadri storico-sociali diversi, lontani nel lo spazio e nel tempo.


Produzione scritta e orale
1. Impara a rappresentare conoscenze e concetti appresi mediante grafismi, disegni, testi scritti e con risorse digitali.
2. Riferisce in modo semplice e coerente le conoscenze acquisite.


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
STORIA
AL TERMINE DELLA
5a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA


Uso delle fonti
1. Sa produrre informazioni con fonti di diversa natura utili alla ricostruzione di un fenomeno storico.
2. Impara a rappresentare, in un quadro storico-sociale, le informazioni che scaturiscono dalle tracce del passato presenti sul territorio vissuto.


Organizzazione delle informazioni
1. Sa leggere una carta storico-geografica relativa alla preistoria.
2. Usa cronologie e carte storico-geografiche per rappresentare le conoscenze.
3. Confronta i quadri storici delle ere affrontate.


Strumenti concettuali
1. Usa il sistema di misura occidentale del tempo storico (avanti Cristo - dopo Cristo) e comprende i sistemi di misura del tempo storico.
2. Elabora rappresentazioni sintetiche delle societÓ studiate, mettendo in rilievo le relazioni fra gli elementi caratterizzanti.


Produzione scritta e orale
1. Impara a confrontare aspetti caratterizzanti le evoluzioni dell'uomo studiate anche in rapporto al presente.
2. Ricava e produce informazioni da grafici, tabelle, carte storiche, reperti iconografici e consulta testi di genere diverso, manualistici e non, cartacei e digitali.
3. Espone con coerenza conoscenze e concetti appresi, usando il linguaggio specifico della disciplina.
4. Elabora in semplici testi orali e scritti gli argomenti studiati, anche usando risorse digitali



CURRICOLO DI STORIA


SCUOLA SECONDARIA


TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN
STORIA
AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1░ GRADO


1. L'alunno incrementa la curiositÓ per la conoscenza del passato, cominciando a informarsi in modo autonomo su fatti e problemi storici, anche mediante l'uso di risorse digitali.
2. Conosce i momenti fondamentali della storia italiana dalle forme di insediamento e di potere medioevali alla formazione dello stato unitario, alla formazione della Repubblica, anche con possibilitÓ di aperture e confronti con il mondo antico.
3. Conosce i momenti e i processi fondamentali della storia europea medievale, moderna e contemporanea, anche con possibilitÓ di aperture e confronti con il mondo antico.
4. Conosce i processi fondamentali della storia mondiale, dalla civilizzazione neolitica alla rivoluzione industriale alla globalizzazione.
5. Conosce aspetti e processi essenziali della storia del suo ambiente.
6. Conosce e apprezza aspetti del patrimonio culturale, italiano e dell'umanitÓ e li sa mettere in relazione con i fenomeni storici studiati.
7. Acquisisce un metodo di studio sicuro e flessibile, rispondente al proprio stile cognitivo: a tale scopo impara a selezionare autonomamente le informazioni fondamentali e a riprodurle in grafici, in modo da visualizzare i principali rapporti di causalitÓ e confrontare i diversi avvenimenti storici. Impara le tecniche per riuscire a prendere appunti in modo completo.
8. Riferisce in modo completo e preciso, con scritture (anche digitali) o oralmente, quanto studiato, operando collegamenti e argomentando le proprie riflessioni.
9. Sviluppa la capacitÓ di riflettere su quanto studiato, cercando di estrapolare dai fatti storici appresi quali sono le regole fondamentali della convivenza democratica.
10. Produce informazioni storiche con fonti di vario genere (anche digitali) e le sa organizzare in testi.
11. Usa le conoscenze e le abilitÓ per orientarsi nella complessitÓ del presente, comprendere opinioni e culture diverse, capire i problemi fondamentali del mondo contemporaneo.




OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
STORIA
AL TERMINE DELLA
1a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1░ GR.


Conoscenza di eventi e fenomeni e loro interpretazione nello spazio e nel tempo.

1. Conosce e ricorda eventi (chi, che cosa, quando, dove) dalla civilizzazione neolitica al Basso Medioevo, partendo dal testo, da cui si dovrÓ cominciare a imparare a selezionare le informazioni fondamentali, per poi organizzarle in semplici schemi.

CapacitÓ di stabilire relazioni tra fatti storici.
1. Confronta eventi e fenomeni vicini nel tempo e nello spazio per cominciare a cogliere analogie e differenze.
2. Riconosce i rapporti di causalitÓ fondamentali.
3. Acquisisce consapevolezza dell'esistenza di una storia locale, nazionale, europea e mondiale, che ha fornito anche un patrimonio culturale collegato ai temi affrontati.


Comprensione dei fondamenti e delle istituzioni della vita sociale, civile e politica.
1. Descrive in modo semplice istituzioni politiche, sociali, economiche, religiose.
2. Comprende le regole fondamentali della convivenza democratica (competenza specifica di educazione civica).

Comprensione dei linguaggi e degli strumenti specifici

1. Sa analizzare semplici fonti per estrarne informazioni storiche.
2. Impara a capire l'importanza di porre in ordine cronologico gli eventi.
3. Comincia ad orientarsi su carte storiche.
4. Avvio alla conoscenza e all'uso di termini specifici.
5. Conosce alcune procedure e tecniche di lavoro nei siti archeologici e nelle biblioteche.


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
STORIA
AL TERMINE DELLA
2a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1░ GR.


Conoscenza di eventi e fenomeni e loro interpretazione nello spazio e nel tempo.
1. Conosce e ricorda eventi (chi, che cosa, quando, dove) dalla fine del Medioevo alla rivoluzione industriale, imparando a selezionare autonomamente le informazioni dal testo, a organizzarle coerentemente in schemi e cominciando a imparare le tecniche per prendere appunti.

CapacitÓ di stabilire relazioni tra fatti storici.
1. Rafforza la capacitÓ di cogliere analogie e differenze tra fatti storici.
2. Riconosce i rapporti di causalitÓ.
3. Comincia a riconoscere l'influenza della storia mondiale ed europea su quella nazionale e locale.
4. Rafforza la consapevolezza che ai temi affrontati Ŕ collegato un patrimonio culturale.

Comprensione dei fondamenti e delle istituzioni della vita sociale, civile e politica.
1. Sa descrivere istituzioni politiche, sociali, economiche, religiose in modo sempre pi¨ completo.
2. Usa le conoscenze apprese per cominciare a comprendere problemi ecologici, interculturali e di convivenza civile (competenza specifica di educazione civica).

Comprensione dei linguaggi e degli strumenti specifici.
1. Impara ad analizzare fonti sempre pi¨ complesse per estrarne informazioni storiche.
2. Pone autonomamente in ordine cronologico gli eventi.
3. Rafforza la capacitÓ di orientarsi su carte storiche.
4. Rafforza la conoscenza e la capacitÓ di utilizzo di termini specifici.
5. Inizia a comprendere il significato di termini specifici dato il contesto.
6. Conosce alcune procedure e tecniche di lavoro nelle biblioteche e negli archivi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IN
STORIA
AL TERMINE DELLA
3a CLASSE DELLA SCUOLA SEC 1░ GR.


Conoscenza di eventi e fenomeni e loro interpretazione nello spazio e nel tempo.
1. Impara a conoscere e ricordare eventi (chi, che cosa, quando, dove), dalla Restaurazione al secondo dopoguerra,riuscendo a selezionare in totale autonomia le informazioni dai testi, organizzandole in schemi complessi (anche sfruttando le risorse digitali) e rafforzando la capacitÓ di prendere appunti.

CapacitÓ di stabilire relazioni tra fatti storici.
1. Riconosce analogie e differenze tra fatti storici, anche lontani nello spazio e nel tempo
2. Identifica rapporti di causalitÓ, anche impliciti.
3. Colloca la storia locale in relazione alla storia italiana, europea, mondiale.
4. Impara a conoscere il patrimonio culturale collegato con i temi affrontati.

Comprensione dei fondamenti e delle istituzioni della vita sociale, civile e politica.
1. Descrive in modo completo istituzioni politiche, sociali, economiche, religiose. Usare le conoscenze apprese per comprendere problemi ecologici, interculturali e di convivenza civile (competenza specifica di educazione civica).

Comprensione dei linguaggi e degli strumenti specifici
1. Usa fonti di diverso tipo (documentarie, iconografiche, narrative, materiali, orali, ecc.) e con diversi punti di vista per ricavare conoscenze su temi definiti.
2. Formula e verifica ipotesi sulla base delle informazioni prodotte e delle conoscenze elaborate.
3. Pone autonomamente in ordine cronologico gli eventi.
4. Si orienta su carte storiche.
5. Comprende il significato di termini specifici dato il contesto.
6. Si esercita nel conoscere alcune procedure e tecniche di lavoro nelle biblioteche e negli archivi.
7. Produce testi, utilizzando conoscenze, selezionate e schedate da fonti di informazioni diverse, manualistiche e non, cartacee e digitali.
8. Impara ad argomentare su conoscenze e concetti appresi usando il linguaggio specifico della disciplina.


Home page | Curricolo d'Istituto | Scuola Primaria | Scuola Sec. di 1░ grado | Modulistica | Informazioni | Area insegnanti | Spazio AGeSC | Registro elettronico | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu